0%
Attenzione: Javascript è disabilitato nel browser che si sta usando. Potrebbe non essere possibile rispondere a tutte le domande dell'indagine. Verificare le impostazioni del browser.

QUESTIONARIO DI RILEVAMENTO DEI FABBISOGNI DEL SETTORE EDUCAZIONE/FORMAZIONE

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n.  2016/679

QUESTIONARI ON LINE RACCOLTA FABBISOGNI SETTORE EDUCAZIONE/FORMAZIONE - PROGETTO AVATAR

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 2016/679 (di seguito “GDPR”), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, desideriamo informarLa che i Suoi dati personali formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza cui è tenuto il Comune di Schio, Ente Capofila del Progetto.

Titolare del trattamento

Contitolare del trattamento e punto di contatto per gli interessati è il Comune di Schio (capofila del Progetto), in persona del Sindaco pro tempore, con sede in Schio (VI), Via Pasini, n. 33, P. IVA 00402150247, tel. 0445/691111, e-mail: info@comune.schio.vi.it, PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net in contitolarità con i Comuni di Thiene, Valdagno, Malo, Marano Vicentino, Monte di Malo, San Vito di Leguzzano, Santorso, Torrebelvicino, Villaverla, Zugliano e Isola Vicentina, tutti partner del Progetto AVATAR.

Responsabile della protezione dei dati (DPO)

Il responsabile della protezione dei dati (DPO) è l’Avv. Luca De Toffani, con studio professionale in (36015) Schio (VI), Vicolo Abate G. Della Piazza, n. 8/C, tel. 0445/532551, dati di contatto: dpo-rpd@comune.schio.vi.it in quanto DPO dell’Ente capofila.

Finalità del trattamento e base giuridica

I dati personali forniti (età, genere, Comune di lavoro e tipologia di ente di appartenenza) nonché quelli generati dal sistema informatico (file di log) saranno trattati al solo fine di elaborare le risposte date dall’utente relative ai fabbisogni riscontrati nell’ambito delle proprie attività lavorative.

La base giuridica del trattamento dei dati personali è individuata dall’art. 6, par. 1, lettera e) del GDPR.

Modalità di trattamento e conservazione

I dati personali potranno essere trattati con strumenti e modalità strettamente necessarie a far fronte alle finalità di cui sopra, e comunque in modo da garantire la sicurezza, l’integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto delle misure organizzative, fisiche e logiche previste dalle disposizioni vigenti. Non sono presenti processi automatizzati di profilazione.

I dati personali saranno conservati per il periodo di tempo necessario al conseguimento delle finalità per le quali sono stati raccolti, mentre i file di log verranno archiviati per un tempo massimo di sei mesi.

Natura del conferimento 

L’eventuale mancato conferimento dei dati richiesti comporterà l’impossibilità di rispondere al questionario sottoposto.

Comunicazione, diffusione e trasferimento dei dati

I dati potranno essere comunicati a soggetti che eroghino prestazioni funzionali ai fini sopra indicati (quali ad esempio Pasubio Tecnologia).

I dati non saranno comunicati a terzi, salvi i casi in cui si debba dare esecuzione a specifici obblighi di legge.

I dati raccolti non saranno mai trasferiti né in Paesi terzi né ad organizzazioni internazionali. 

Diritti dell’interessato

Ai sensi degli artt. 15-21 del GDPR, gli interessati hanno diritto di:

  • ottenere conferma dell’esistenza o meno di un trattamento dei propri dati personali, accedere agli stessi e alle informazioni relative (diritto di accesso, art. 15 GDPR);
  • ottenere l’aggiornamento, la rettificazione dei dati inesatti e l’integrazione di quelli incompleti (diritto di rettifica, art. 16 GDPR);
  • chiedere la cancellazione dei dati senza ingiustificato ritardo qualora vi siano i presupposti (diritto all’oblio, art. 17 GDPR);
  • ottenere la limitazione del trattamento qualora vi siano i presupposti (diritto alla limitazione, art. 18 GDPR);
  • revocare il consenso senza pregiudizio per la liceità del trattamento basato sul consenso prestato prima della revoca;
  • proporre reclamo a un'autorità di controllo (Autorità Garante per la protezione dei dati personali – www.garanteprivacy.it, art. 77 GDPR).

I diritti possono essere esercitati con richiesta scritta da inviarsi al Comune di Schio, quale Ente capofila e punto di contatto per gli interessati ai sensi dell’art. 26 GDPR, ai recapiti sopra indicati.

 

 

 

PRESENTAZIONE DEL QUESTIONARIO

Questo è uno strumento per la rilevazione dei fabbisogni digitali del settore formazione e istruzione.

La compilazione Le richiederà solo 5 minuti. 

ll questionario è stato creato all’interno del progetto Progetto AVATAR - Alto Vicentino: Alleanza Territoriale per Azioni in Rete finanziato dai fondi POR FESR della Regione Veneto - Asse 2 "Agenda digitale" - Azione 2.3.1 “Soluzioni tecnologiche per l’alfabetizzazione e l’inclusione digitale, per l’acquisizione di competenze avanzate da parte delle imprese e lo sviluppo delle nuove competenze ICT (eSkills), nonché per stimolare la diffusione e l’utilizzo del web, dei servizi pubblici digitali e degli strumenti di dialogo, la collaborazione e partecipazione civica in rete (Open Government) con particolare riferimento ai cittadini svantaggiati e alle aree interne e rurali".

Il progetto AVATAR nasce con l'obiettivo di fare sistema, capitalizzando i già numerosi momenti di confronto e percorsi di collaborazione e partnership tra gli attori pubblici e privati che operano nel territorio dell'Alto Vicentino.

AVATAR è gestito dal Comune di Schio unitamente ad altri 11 Comuni dell'Alto Vicentino (Isola Vicentina, Malo, Marano Vicentino, Monte di Malo, San Vito di Leguzzano, Santorso, Thiene, Torrebelvicino, Valdagno, Villaverla e Zugliano) per un totale di circa 155.000 abitanti.

Uno degli obiettivi del progetto è la raccolta dei fabbisogni per permettere la successiva creazione di applicazioni digitali e per offrire opportunità di formazione e aggiornamento in linea con le reali esigenze delle persone.

Ci sono 16 domande in questa indagine.
Questa indagine è anonima.

La registrazione delle risposte fornite all'indagine non è relativa a informazioni che consentano l'identificazione del partecipante, a meno che qualche domanda del questionario non la chieda esplicitamente.

Se è stato usato un codice di accesso per accedere a quest'indagine, questo codice non sarà registrato assieme alle risposte fornite. Il codice partecipante è gestito in un database diverso e viene aggiornato soltanto per indicare se è stata completata (o no) l'indagine. Non c'è nessun modo per abbinare i codici di accesso alle risposte all'indagine.